Come iniziare un business? In realtà è molto più semplice di quanto si possa pensare. Infatti per iniziare un’attività commerciale o un’attività economica in generale che possa portare alcuni guadagni bisogna sempre considerare che anche un budget moderato può essere abbastanza per riuscire a partire e poi proseguire con il massimo della velocità. Alcuni sono convinti che si debba possedere necessariamente un budget molto elevato per cominciare. Non è affatto così, perché le esperienze dei grandi che ce l’hanno fatta ci confermano come anche iniziando con poco si possano raggiungere veramente grandi successi.

 

Gli strumenti per il business

 

Ma cosa possiamo utilizzare in concreto per avviare il nostro business? Consideriamo tutti quegli strumenti di carattere promozionale che possono rappresentare veramente una svolta molto importante. Puntiamo soprattutto sull’efficacia della comunicazione visiva, che in poco tempo ci consentirà di riuscire a raggiungere ottimi risultati, soprattutto per aumentare i rapporti relazionali con i clienti e con i partner, per conseguire risultati sempre più alti.

 

Gli strumenti che possiamo utilizzare per la pubblicità basata sulla comunicazione visiva sono soprattutto volantini personalizzati, manifesti personalizzati e biglietti da visita personalizzati. Possiamo rivolgerci alla tipografia online Publygraph per la stampa di questi materiali per la nostra pubblicità.

 

La creazione del business plan

 

È molto importante avere chiaro un business plan da seguire, per riuscire a procedere gradualmente nel corso del tempo, facendo le mosse giuste e programmando le varie fasi di guadagno. Il business plan serve anche a regolamentare bene le entrate e le uscite e ad avere sempre un quadro chiaro di esse.

 

Nel business plan possiamo indicare quanto ci costerà fornire i prodotti o i servizi, quanto i clienti dovranno pagare per ottenerli, come intendiamo aumentare nel tempo il volume del business, come intendiamo superare la concorrenza tramite offerte anche più vantaggiose e a quale tipo di manodopera dobbiamo affidarci per la realizzazione della nostra attività.

 

Come abbiamo detto, guardiamo anche le analisi della concorrenza, portando avanti un tipo di indagine competitiva. Chiediamoci se veramente possiamo riuscire a fornire un prodotto o un servizio di una qualità superiore rispetto ai prodotti che vengono forniti dalla concorrenza.

 

Se riusciamo a raggiungere qualcosa in più, probabilmente avremo trovato un’idea vincente. Come iniziare un business? Partiamo proprio da questa analisi comparativa, per sondare anche alcuni campi inesplorati o non completamente soddisfatti, per dare il massimo di noi stessi nell’impegnarci al raggiungimento di determinati obiettivi.

 

Ma le idee devono essere anche provate. Infatti nel nostro business plan dobbiamo inserire anche tutta la pianificazione che riguarda le fasi di prova. Ad esempio, se pensiamo di aprire un ristorante e di guadagnare con esso, prima cimentiamoci nella nostra impresa cucinando gratuitamente per gruppi di persone, in modo da testare il loro grado di soddisfazione e di prendere tutti quegli accorgimenti per capire se veramente molti clienti si rivolgerebbero alla nostra attività.

 

Teniamo presente che il nostro business plan è sempre in evoluzione. Proprio per questo motivo, se nel tempo ci accorgiamo che abbiamo bisogno di apportare delle modifiche, possiamo operare in un certo modo piuttosto che in un altro per venire incontro a quelle esigenze di cui ci siamo resi conto strada facendo.

 

Valorizzare le risorse economiche

 

Come abbiamo spiegato precedentemente, si può riuscire a fare veramente molto anche partendo da un budget non elevato, a patto che sappiamo valorizzare le risorse economiche di cui abbiamo la disponibilità. In tutto questo sta anche la nostra abilità, perché dobbiamo riuscire a trovare delle opportunità che ci consentano di acquisire delle capacità che ci servono, però senza spendere troppo.

 

Facciamo un esempio concreto per renderci conto meglio. Se abbiamo bisogno di acquisire delle competenze specifiche per noi o per i nostri dipendenti, proviamo a prendere degli accordi con degli enti di formazione che sono in grado di approntare dei corsi gratuiti, in cambio dei quali potremo offrire delle forniture o altri servizi.

 

In questo modo sarà per noi più facile non spendere molto, ma acquisire la formazione di cui abbiamo bisogno. In alternativa teniamo in considerazione che esistono anche degli stage o dei tirocini retribuiti, che si possono svolgere anche in forma part time.

 

Sfruttiamo le possibili borse di studio a cui possiamo accedere. Non dimentichiamoci che nell’aprire un’attività per guadagnare è importante sfruttare il più possibile le risorse che abbiamo a disposizione. La nostra automobile può diventare un mezzo aziendale, il garage può essere adibito a laboratorio. Se abbiamo spazio in casa, per esempio, non occorre necessariamente affittare un ufficio. Possiamo utilizzare lo spazio nella nostra abitazione e risparmieremo i soldi che altrimenti dovremmo pagare per un contratto di locazione.

 

Informiamoci bene anche sulle tasse da pagare, in modo da considerare l’opportunità di usufruire di alcune agevolazioni fiscali. Ci sono per esempio delle agevolazioni previste per le imprese che operano in Italia, che rientrano in delle categorie previste dai bandi come l’imprenditoria giovanile o quella femminile. Solitamente poi bandi provinciali, regionali o nazionali mettono a disposizione dei fondi per le imprese che operano in territori difficili dal punto di vista economico e sociale.

 

Come iniziare un business, quindi? Si tratta di raccogliere idee, un minimo di budget spendibile e di organizzare la pianificazione di tutte le attività, ponendosi delle tappe ben precise da raggiungere sia nel breve che a lungo termine. Operando con impegno e con determinazione, sicuramente in poco tempo possiamo raggiungere tutti gli obiettivi che ci proponiamo, anche senza ricorrere a prestiti di ingente quantità, che potrebbero metterci in difficoltà.

Publygraph

About Publygraph