Oggi, aziende e privati che intendono personalizzare con loghi, slogan e messaggi le loro t-shirt hanno un’ampia scelta di soluzioni. Tra queste troviamo i ricami personalizzati che donano un tocco di eleganza e originalità ai tuoi capi d’abbigliamento personalizzato.  Il ricamo su magliette da rendere uniche ed esclusive si rivela uno dei più richiesti. Perché?

Il servizio di stampa diretta (inclusa quella rigonfiata e tridimensionale) e serigrafia non si è, di certo, fermato ma la tecnica del ricamo su magliette, abbigliamento, accessori e divise da lavoro è qualcosa di più.

Il ricamo sulle t-shirt viene richiesto da aziende e privati che vogliono superare il concetto stesso di personalizzazione. Perché? Cos’ha di tanto speciale?

Ricami su magliette: una questione di tatto

Una delle tecniche artigianali più antiche della storia, tramandate nei secoli, viene riscoperta e valorizzata grazie alla tecnologia.

In passato, il ricamo veniva realizzato su disegno libero, a fili contati (tecnica tradizionale per eccellenza) o riferito (senza disegno preparatorio).

Oggi, grazie a macchinari all’avanguardia, è possibile ottenere risultati sorprendenti in termini di precisione, eleganza, originalità.

Il ricamo consente di ottenere un effetto meno definito della stampa e della serigrafia e, proprio per questo, più originale, artistico ed elegante. Oltre all’effetto decorativo, il ricamo coinvolge non solo la vista ma anche il tatto dando alla maglietta personalizzata un valore aggiunto.

La tecnica del ricamo sulle t-shirt è lievemente più costosa rispetto alla classica stampa per via del processo di realizzazione ma i risultati, alla fine, si notano.

Anche la durata e la resistenza sono differenti rispetto alla stampa: il ricamo dura e resiste di più nel tempo e risulta perfetto per t-shirt destinate ai lavaggi ad alta temperatura (per pizzeria o ristorante).

Durata, resistenza e prestigio aziendale aumentano con i ricami personalizzati.

Ricamo su magliette: processo di lavorazione

Il ricamo su magliette come su altri tipi di abbigliamento o su accessori richiede una specifica grammatura del tessuto: deve essere di almeno 180 grammi. I tessuti ideali sono cotone o misto cotone, lana, panno, poliestere, tnt, spugna, mentre i filati di Madeira rappresentano il massimo della qualità. I colori utilizzati vanno da due a sei fino a massimo dodici.

filati di madeira

Come avviene il processo di lavorazione?

Una volta ottenuto il file grafico dal cliente, si procede alla punciatura. Con questo processo, reso possibile da un software professionale avanzato, l’immagine digitale viene convertita in punti da ricamo con la predisposizione dei diversi punti, colori, densità, lunghezza, velocità di ricamo ed altro ancora. Una volta impostati, i punti da ricamo vengono inviati ad una macchina ricamatrice di ultima generazione che viene istruita sul tipo di lavorazione da eseguire.

La macchina non basta: in questo processo, l’abilità umana del punciatore è fondamentale. Dovrà innanzitutto impostarla correttamente (tempi di esecuzione, modalità, contorni, direzione del ricamo, ecc.). Deve anche possedere una particolare abilità manuale per effettuare il tiraggio del tessuto da ricamare. Un lavoro non corretto potrebbe causare imperfezioni e pieghe.

Chi sceglie il ricamo sulle t-shirt e perché?

Il ricamo su magliette viene sempre più richiesto non solo da determinate aziende ma anche da privati. Ad esempio, da chi necessita di merchansiding per la propria band musicale.

Sceglie il ricamo chi cerca più originalità, eleganza, un risultato artistico più raffinato rispetto alla stampa. E’ un metodo di personalizzazione per aziende che cercano l’unicità come società sportive di alto livello.

Loghi, slogan, elementi distintivi, messaggi aziendali vengono ricamati per accrescere il prestigio del brand o della propria attività.

Allo stesso tempo, le magliette ricamate in modo professionale possono essere lavate anche ad alte temperature senza il rischio di danneggiarle.

Publygraph

Author Publygraph

More posts by Publygraph